“Come faccio a capire se sono il candidato ideale per Rugbytots?”

Da oggi, puoi scoprirlo da solo con questo semplice test.

Spesso, tra gli articoli di questo blog, ti sarà capitato di leggere che comprare una licenza Rugbytots non è esattamente come comprare un’automobile. Quando entri in un concessionario, dopo che hai già fatto tutte le valutazioni del caso, ti resta da scegliere il colore, magari fai una prova di guida, ma in sostanza tu scegli, tu paghi, l’auto ti viene consegnata e finisce lì.

Ecco, in Rugbytots non funziona così.

Se vogliamo restare in tema di automobili, tu entri nella nostra concessionaria, scegli l’auto ma…piccolo dettaglio: la targa resta intestata a noi. Significa che:

  • Se tu domani guidi a 200 all’ora in autostrada, o se vai in giro per la tua città passando col rosso, le multe arrivano a noi. 
  • Se per caso investi qualcuno tu certo sei il responsabile, ma poi le forze dell’ordine cercano anche noi. 
  • Se tu volessi rivenderti l’auto ad un altro, qui dentro non puoi farlo senza che noi conosciamo il nuovo proprietario. 

 

Probabilmente siamo molto più vicini ad una azienda di autonoleggio, che non ad una concessionaria. Uscendo dall’esempio a 4 ruote, quando hai a che fare con noi tu ricevi in cambio dei tuoi soldi 2 cose:

  1. Il sistema con il quale facciamo l’attività;
  2. Il buon nome che ci siamo costruiti in 13 anni di storia.

 

Conoscere il sistema con il quale facciamo l’attività significa:

  • Come facciamo in modo che i genitori iscrivano i bambini
  • Come facciamo i corsi ai bambini
  • Come risolviamo eventuali problemi
  • Come minimizzare gli errori
  • Come fare tutto questo in modo che tu te lo possa permettere economicamente
  • Come fare tutto questo in modo che ti entri anche qualcosa in tasca

 

Di punto in bianco, dall’oggi al domani, entri che non avevi la minima idea di come si fanno le cose e in 6, 8 settimane hai avuto svelati tutti i segreti su come noi abbiamo fatto le nostre cose per 13 anni. 

In più, da che ieri non sapevi nulla di tutto questo, sin dal tuo ingresso in Rugbytots puoi dire: “noi abbiamo fatto questo, questo e questo”.

Mica poco, vero?

Quanto pagheresti per sapere come la Apple progetta i suoi iPhone e come li vende?

Quanto pagheresti per dire:Noi della Apple abbiamo fatto questo, questo e questo?”

Quanto pagheresti per sapere lo stesso della Coca Cola, di Google, etc. etc.?

Ti rendi conto da solo che, davanti a questi segreti, i tuoi 13mila € sono gli stessi di quelli della persona che sta in coda dietro di te e vuole aprire Rugbytots nel tuo stesso posto.

Quindi, se permetti, scegliamo noi a chi svelare i nostri segreti.

Ecco perché dobbiamo stare molto molto attenti a non far salire nessuno sulle nostre automobili, fino a quando non ci saremo assicurati che non rovini in 13 secondi quello che abbiamo costruito in 13 anni.

Questo naturalmente è l’estremo negativo. Vista in positivo, sta a noi valutare chi di voi due o tre candidati per la stessa area saprebbe incarnare meglio lo spirito di Rugbytots e diffonderlo in maniera più capillare nel proprio territorio.

Quando riceviamo una candidatura, la prima cosa che valutiamo è la persona. Tutto il resto è importante ma viene in secondo piano.

Ci sono alcuni parametri fondamentali, altri un pò meno, ma tutti sono importanti per scegliere il candidato che potenzialmente può essere quello che meglio rappresenti Rugbytots in un tale territorio.

Eccoti svelati per la prima volta quali sono i parametri che valutiamo ed ecco come puoi sapere già al termine di questo articolo se sei un candidato valido per noi:

  1. Affidabilità come persona
  2. Affidabilità sul lavoro
  3. Approccio al lavoro con i bambini
  4. Intelligenza imprenditoriale 
  5. Intelligenza finanziaria
  6. Voglia di lavorare
  7. Alfabetizzazione informatica
  8. Ambizione
  9. Buone capacità comunicative
  10. Allenabilità

 

Ora puoi divertirti a rispondere alle seguenti domande facendo una auto-valutazione in tempo reale delle tue caratteristiche. Prima di rispondere, leggi la spiegazione in fondo ad ogni domanda

Al termine del quiz leggerai il risultato in un riquadro grigio e scoprirai

se puoi candidarti o se non ne vale la pena.

Buon divertimento!

Come valuti la tua affidabilità come persona?

Restando in termini di automobili, il selezionatore si fa come prima cosa la classica domanda: “Comprerei mai una macchina da questo tipo?”. La prima disamina è di ordine generale, focalizzata sulla persona a prescindere dall’attività che andrà a svolgere con noi. Gli inglesi la chiamano: “Accountability” e non ha a che fare solo con il mantenere la parola data ma è piuttosto il fatto di “dover dare conto” del proprio operato a sé stesso e agli altri. Ad ogni modo - ci domandiamo - è una persona che mantiene la parola data? Dice cose vere o si inventa frottole? È una persona lamentosa o cerca piuttosto la soluzione? Pensa prima alla comunità o prima al suo vantaggio personale? È tendente ad incolpare gli altri o si assume le proprie responsabilità? Ci sono molte altre domande ma questi esempi sono sufficienti per comprendere il senso di questa caratteristica.

Come valuti la tua affidabilità sul lavoro?

Dalla persona in senso assoluto, passiamo a quella stessa persona calata nell’ambito lavorativo. Oltre ad immaginare il rapporto diretto tra noi e il potenziale affiliato, cerchiamo di metterci nei panni del genitore come anche del gestore della palestra che gli affitterà una sua sala e di tutti coloro che dovranno affidarsi a lui. Non dimenticare che il gestore della licenza rappresenta Rugbytots in tutto e per tutto, sarà la nostra immagine impersonificata in lui. Avrà a che fare con bambini, genitori, coach, personale a tutti i livelli, e quindi ci facciamo mille domande: “Sarà regolare nelle sue lezioni, o si inventerà una scusa oggi e una domani? Pagherà regolarmente le sale delle palestre? Sarà gentile con i bambini? Ha capito che questo è un ruolo di responsabilità e c’è da gestire persone? Bambini, genitori, coach, proprietari di palestre, direttori di asili etc. Se ci sono difficoltà, è un tipo polemico o smorzerà le polemiche del suo staff? È uno che cerca sempre scuse o si mette con la testa bassa a pedalare?

Come valuti il tuo approccio al lavoro con i bambini?

Naturalmente, aver avuto già a che fare con i bambini comporta un minimo di vantaggio rispetto a chi non ha mai fatto esperienze di questo tipo. Detto questo, vogliamo sapere esattamente cosa è stato fatto e come è andata. Se non hai esperienze precedenti con i bambini possiamo cercare di capire insieme quanto sei portato per loro, Soprattutto all’inizio, è molto probabile che il gestore della licenza sia anche il primo dei coach. Dunque toccherà capire come si fanno le lezioni, come si gestiscono i bambini. È vero che a lezione ci sono anche i genitori presenti ma gestire bimbi di 2, 3 anni non è la stessa cosa di gestire bimbi di 6, 7 anni. Se non sai come si fa, ti insegnano tutto noi ma di base deve avere almeno una propensione a lavorare con i bambini. Quanta pazienza ha? Come affronterà le giornate in cui sta storto e magari aveva solo voglia di stare a letto. Sarà comunque professionale e sempre simpatico e accomodante con i bambini o ci dobbiamo aspettare qualche denuncia di qualche genitore?

Come valuti la tua intelligenza imprenditoriale?

Molto apprezzata, la mentalità da imprenditore fa tutta la differenza del mondo nel successo che avrai. Come la mettiamo col fatto che fino a qualche tempo fa questo candidato è stato a casa con la mamma o ha avuto il suo tiepido ed accogliente posto di lavoro? Ha capito che questo è un lavoro che - seppur connesso con una missione incredibilmente alta come quella di contribuire all’educazione di questi bambini - è pur sempre una attività di business e come tale va fatta in maniera seria?

Come valuti la tua intelligenza finanziaria?

Ugualmente è fondamentale la capacità di sapersi fare i conti e di essere ‘asettico’ nel gestire il discorso del denaro. Intendiamo dire che vorremmo avere a che fare con persone che non legano un approccio emotivo a questo aspetto. Le decisioni prese di pancia sono le peggiori nella vita di tutti i giorni, figuriamoci quando si conduce una attività professionale. Che rapporto ha con i soldi, è uno che sperpera denaro, è uno estremamente sparagnino o ha un sano equilibrio? Il primo test in questo senso è dato dal come questo candidato paga la licenza iniziale. Se è il tipo che si fa prestare i soldi in giro non lo vogliamo neanche morto. Vuol dire che se non sei stato in grado di risparmiare 15, 20mila euro fino ad ora, molto difficilmente li farai fruttare mettendoli qui dentro. Non essendo i tuoi, non sappiamo che valore gli darai, quindi meglio evitare.

Come valuti la tua voglia di lavorare?

“Voglia di lavorare, saltami addosso” diceva sempre la mia prof. di Filosofia al liceo 🙂 Come stiamo messi a voglia di fare? Il franchising è spettacolare perché sai sempre cosa fare e cosa non fare, ma poi lo devi fare! È la via più comoda perché hai la garanzia che altri 120 affiliati nel mondo hanno iniziato prima di te questa attività e quindi hai una casistica di cose che funzionano e una di cose che non funzionano. Per questo è più semplice. Ma appunto, sei tu che devi pilotare il mezzo. Se compri l’automobile e la tieni parcheggiata serve a nulla. Dovrebbe essere così anche per i lavori da dipendente, ma soprattutto in campo imprenditoriale non vi è ombra di dubbio: qualsiasi iniziativa che implichi assenza di stipendio porta risultati concreti solo se fai. La differenza tra un franchising e una attività in proprio allora qual è? Che gli sforzi sono misurati e portano più risultato di quelli che dovresti fare andando a casaccio.

Come valuti la tua alfabetizzazione informatica?

Ormai siamo mani e piedi nell’era digitale. Non pretendiamo di avere a che fare con nerd smanettoni ma sarebbe gradita la capacità di utilizzo del minimo sindacale. Sa connettersi su Skype? Sa controllare la posta? I genitori da noi pagano online sul sito e tutte le lezioni vanno messe online attraverso un pannello di controllo riservato. È tutto studiato a prova di idiota ma un minimo di buona volontà almeno…

Come valuti la tua ambizione?

È quell’istinto alla crescita, al fare le cose per bene. NON è “arrivismo a tutti i costi”. No, ma quella sana voglia di portare il tuo messaggio dovunque, a tutti i bambini presenti nel tuo territorio. È voglia di migliorarsi di giorno in giorno, è voglia di andare oltre la mediocrità che hai intorno.

Come valuti le tue capacità comunicative?

Siamo un’azienda che ha a che fare in primis con bambini e genitori, quindi intanto sarebbe opportuno che il candidato abbia una certa propensione a parlare - almeno in Italiano - con questi due tipi di persona. In seconda battuta ci sarebbe da parlare con qualche direttore di asilo, e magari qualche volta rispondere anche a qualche domanda nel corso di un’intervista video, magari su qualche TV o radio locale. Non è necessario essere Alessandro Cattelan o Pippo Baudo (per chi non sa chi sia Cattelan) ma neanche andare di gutturali.

Come valuti la tua allenabilità?

Questa dote, sappilo, è una di quelle più pesanti nel nostro tabellino di valutazione. È proprio la capacità di lasciarsi allenare. Può fare la differenza in positivo anche in caso di lacune evidenti in una o più caratteristiche mancanti. Può farla anche in negativo, nel senso che se hai preso il massimo in tutte le altre, ma poi non sei aperto a ricevere la nostra formazione, tanto vale lasciar perdere. Siamo testimoni di centri tenuti da persone di spicco in tutte le altre caratteristiche, ma che erano zero allenabili. Per intenderci, se sei Maradona ma non vieni ad allenarti, non c’è spazio per te nella nostra squadra. Al contrario, abbiamo bisogno di persone che siano aperte e con voglia di apprendere il nostro sistema. Del resto sarebbe assurdo affidarsi ad un franchising se poi non ne vuoi seguire il sistema. Eppure è già accaduto in qualche occasione. A chi interessa il franchising solo per il secondo punto illustrato più su in questo articolo (Il buon nome che ci siamo costruiti in 13 anni di attività) non sarà mai più concessa una licenza Rugbytots.

Scopri se sei il candidato ideale per aprire un centro Rugbytots
Complimenti! Sei eleggibile per candidarti a gestire un centro Rugbytots.
Sembra che dalla tua autovalutazione emerga un profilo in linea con le caratteristiche che cerchiamo. Se è così puoi candidarti a gestire un centro Rugbytots. Naturalmente ci auguriamo che il nostro selezionatore confermi il tuo parere al termine della procedura di selezione, per adesso ti facciamo un grosso in bocca al lupo!
Sei eleggibile per candidarti ma dobbiamo lavorare su alcuni aspetti.
Sembra che dalla tua autovalutazione emerga un profilo interessante rispetto al nostro ideale. Se è così puoi candidarti a gestire un centro Rugbytots ma bisogna che lavoriate fianco a fianco col nostro selezionatore prima di capire se ci sono le basi per proseguire fino in fondo ed assegnarti la licenza. Un buon passo per cominciare comunque. Per adesso ti facciamo un grosso in bocca al lupo!
Ci dispiace, il tuo profilo non è in linea con il nostro standard.
Grazie per averci provato, ma la tua autovalutazione non è incoraggiante per avviare un rapporto professionale con noi. Ci dispiace davvero tanto. In bocca al lupo per tutto!

Share your Results:

Se nel riquadro grigio qui sopra l’esito è stato che puoi candidarti, tutto quello che devi fare riempire questo modulo qui sotto.

Ti chiediamo di scrivere correttamente l’indirizzo fisico perché ti invieremo tutta la documentazione informativa a casa, gratis e senza impegno.

In bocca al lupo!