Credi ancora alla bufala delle entrate automatiche?

Anche Pinocchio ha dovuto imparare a sue spese che non esistono trucchetti per arricchirsi facilmente e in questo articolo ti darò alcune preziose indicazioni per capire al volo se il franchising che ti interessa è una fregatura, risparmiando migliaia e migliaia di euro.

Siamo in pieno 2019, in Italia è stimato ci siano più smartphone che abitanti e ormai tutti noi usiamo Internet tutto il giorno per lavoro, divertimento, svago.

Siamo sovraesposti a pubblicità di ogni tipo che martellano ad ogni nostro click e non si sa come mai perché, ma ogni 5 minuti viene fuori un annuncio che ci invita a prendere parte a imperdibili ed esclusivi “business automatici” che ci possono garantire “rendite passive” da sogno.

Gli ammerighéni li chiamano ‘opportunity seekers’. Mi dispiace per gli allocchi che ogni giorno capitano nella rete del truffatore di turno e che ancora ci credono ma concetti come “business automatici” e “rendite passive” sono solo tentativi di truffa bella e buona, proprio come quella fatta dal gatto e la volpe al povero Pinocchio, hai presente?

Se non lo ricordi ti aiuto io: nella celebre fiaba di Collodi i 2 furbacchioni convincono Pinocchio a fidarsi di loro e piantare i suoi soldini così che poi sarebbe cresciuto un intero albero produttore di soldi, il famoso albero degli zecchini d’oro.

Pinocchio segue le loro indicazioni con fiducia e… il risultato lo ricordi? Il gatto e la volpe rubano tutto il malloppo e il burattino resta con un palmo di naso. Si ok, tecnicamente il naso era di legno ma ci siamo capiti, no?

La cosa incredibile è che Pinocchio è una fiaba che risale addirittura al 1883 e dopo 150 anni, ancora tanti si ostinano ad ignorare uno dei suoi messaggi più importanti e finiscono per farsi truffare dai furbi del mondo digitale 2.0 che li adescano facendo leva sui loro sogni più grandi, con promesse assurde e prive di ogni senso logico.

Andiamo ad analizzare nel dettaglio i 2 concetti che ti ho sottolineato all’inizio:

I Business automatici NON esistono!

Hai mai sentito parlare di Forex e Trading? Il grande trend degli ultimi anni è tornato ad essere quello della speculazione finanziaria.

Ci sono decine e decine di siti specializzati che provano a mostrarti quanto sia semplice guadagnare con il trading in borsa e sembra proprio che basti copiare quello che fanno alcuni investitori di successo e quindi automaticamente avrai successo anche tu. Facile e sicuro.

La fregatura è dietro l’angolo…

Purtroppo invece la realtà è che ci guadagnano gli altri mentre tu bruci qualche millino sperando di svoltare.

Il sito in questione si prende le sue brave commissioni su ogni spostamento di denaro e in poco tempo, in alcuni casi minuti, ti ritrovi a leccarti le ferite chiedendoti come hai fatto ad essere stato così scemo.

Non so te ma io ricevo chiamate dai call center per queste attività ogni singolo giorno e penso che se sono così attivi ed insistenti vuol dire che qualcuno ancora ci casca, mi dispiace per loro.

Ci sono le eccezioni perché con il Forex, così come in borsa, si può effettivamente guadagnare ma SOLO ed ESCLUSIVAMENTE se sei un top trader vero, uno che ha studiato il mercato, che ha le competenze tecnico-matematiche di analisi finanziaria e i capitali giusti da investire.

E quello che non ti dice è che è rischiosissimo.

Non sono sicuro e me ne vado per un’idea ma credo che se hai competenze di mercato e sopraffine doti di analista finanziario, non ti serve essere contattato da un call center in Romania per fare affari…

Bitcoin & Criptovalute

Un altro argomento caldo che ha fatto strage di investitori sono i Bitcoin e le varie criptovalute.

Dopo qualche anno di anonimato – circa 16 mesi per la verità – ci fu un vero e proprio boom di investimenti perché, grazie all’interessamento dei media principali.
 
Si era sparsa la voce che bastasse comprare quelle monete virtuali a pochi spiccioli, aspettare che il prezzo schizzasse alle stelle e poi rivendere incassando guadagni da sogno in breve tempo.

Non ti nascondo che, forse anche per curiosità, anche io ci ho investito un centinaio di euro ma l’ho fatto con la stessa speranza con cui piazzi una puntata al casinò. Sapevo di aver perso prima di iniziare e difatti l’esito è stato il medesimo: pochi, pochissimi hanno realizzato qualche guadagno mentre… i soldi di tutti gli altri?

(questo potresti essere tu dopo aver avuto la brillante idea di buttarti nella trappola dei “guadagni sicuri”)

Banco vince!

Sia per il trading che per le criptovalute si è spinto molto sul fatto che sono delle occasioni di business automatico dove sostanzialmente devi credere che i soldi crescono letteralmente sugli alberi, proprio come raccontavano a Pinocchio e quindi basta investire per vedere il tuo gruzzolo moltiplicarsi.

Una follia. Semplicemente una follia.

In altre parole, la mamma dei fessi è sempre incinta.

Rendita automatica: l’esca perfetta

L’altro concetto che forse è ancora più subdolo e che viene usato da tantissimi truffatori per farti aderire ai loro business fatti di schemi Ponzi e network fasulli è quello della “rendita automatica”.

Inutile dirlo, anche in questo caso si tratta di una enorme mistificazione della realtà perché semplicemente non esiste nessun business di questo tipo che possa realizzare una rendita automatica.

Qualsiasi attività implica il lavoro e l’impegno di qualcuno per produrre un prodotto o servizio e non esiste bacchetta magica che possa aiutarci.

Franchising a rendita automatica? 

Molti franchising attivi nei settori più disparati pubblicizzano l’acquisto della loro licenza come l’evento che ti garantirà grandi incassi in maniera automatica.

Tantissimi ci cascano con tutte le scarpe perché magari hanno visto che le cose vanno bene nel punto vendita che hanno visto in centro e allora già iniziano a sfogliare il catalogo della concessionaria.

Siamo esseri umani ed è normale esser “deboli”.

E’ normale sognare ad occhi aperti ogni tanto ma sarebbe anche normale aver sviluppato gli anticorpi verso certe fesserie perché quando vengo a sapere che qualche amico ha bruciato 40-50k per aprire un franchising che poi è fallito miseramente mi viene il nervoso a pensare che ora avrà il doppio dei problemi economici e soprattutto si sentirà fallito anche a livello umano e personale.

“Un caffé al Ganoderma per favore…”

Vuoi un esempio? Inizia a pensare a tutti quei franchising fondati sulle mode del momento che hai visto nascere come funghi e morire nel giro di 12 mesi.

Davvero non ti sovviene nulla? Allora ti aiuto io: patatinerie, sigarette elettroniche, caffè in capsule…

Questi 3 settori (attenzione non parlo di marche nello specifico ma del settore in genere) hanno fondato il loro messaggio di vendita per i potenziali affiliati su concetti come: “le patatine piacciono a tutti, quindi apri una patatineria e diventerai ricco”

Oppure: “in Italia i fumatori sono tantissimi e molti vogliono smettere, apri un punto vendita di sigarette elettroniche e diventerai ricco automaticamente”.

Infine: “tutti vogliono il caffè come al bar, quindi diventa un venditore di macchinette e caffè in capsule e diventerai ricco automaticamente”.

Non entro troppo nel tecnico parlando di tutto il flusso naturale di vita di un business del genere.

Early Adopters Vs. Opportunity Seekers

Dovrei spiegarti nel dettaglio motivi per cui alla fine della fiera gli unici che ci avranno guadagnato (ma tu guarda eh!?) sono quelli che sono entrati nel business per PRIMI (gli early adopter) mentre coloro che si tuffano quando la cosa è ormai sdoganata (gli opportunity seeker) sono condannati prima ancora di alzare la serranda.

Quello che devi sapere però è che per le aziende è facile vendere licenze promettendo entrate sicure ed automatiche, soprattutto se in giro c’è qualche loro punto vendita che funziona e che fa da specchietto per le allodole per gli opportunity seeker che cercano il rimedio veloce e indolore.

Inoltre, piccolo dettaglio da non trascurare, questi business hanno dei costi di avviamento enormi per l’investitore e nascondono commissioni altissime dovute al fatto che il guadagno per la casa madre avviene proprio dalla vendita della licenza stessa.

Il loro interesse non è tanto che poi il tuo negozio vada bene, l’importante è vendere in breve tempo quante più licenze possibili perché probabilmente già sanno in principio che quel business non è destinato a durare perché è basato sul nulla, è solo una moda del momento.

Dal 2016 al 2017 ne sono saltati ben 21 di franchisor impostati così.

Cosa ci insegna il rugby?

Adesso se hai – o hai avuto a che fare – col rugby sai benissimo cosa ci insegna questo sport: nulla si ottiene senza fatica ed a prescindere dai tuoi trascorsi sportivi, anche se non hai mai usato il borsone da palestra in vita tua, spero tu abbia la testa sulle spalle abbastanza salda da capire che il risultato finale è figlio di uno sforzo iniziale e continuativo.

Non esiste una formula di business vera che non comprenda l’equazione: RISULTATO = LAVORO.

Se togli il lavoro dalla formula, non può esserci risultato.

Poi possiamo parlare per ore di come “ottimizzare” quel risultato o come “mettere in leva” il lavoro per moltiplicare il risultato ma di base c’è sempre e comunque questa semplicissima formula universale.

Essere sensibili al canto di una sirena che ci vuole mostrare una scorciatoia è umanamente comprensibile, infatti questo spiega anche l’enorme successo di costosissimi prodotti brucia-grassi e delle pomate magiche per dimagrire.

Se le hai provate anche tu, saprai dirmi che onestamente alla fine hai perso solo i tuoi soldi perché anche in questo ambito l’unico modo per ottenere risultato (il dimagrimento) è la dieta magari abbinata ad una buona attività fisica.

“Ok Fra, ho compreso il messaggio ma che cosa deve avere un business valido?”

Nella parte precedente di questo articolo ti ho spiegato i concetti di base usati da alcuni franchising truffaldini ma ce ne sono tanti che sono validi e che possono aiutarti a ottimizzare i tuoi sforzi e ridurre al minimo il tuo rischio perché ti aiutano a costruire da zero la tua attività.

Un franchising serio, che sa darti le giuste chance di realizzarti e realizzare i tuoi sogni imprenditoriali deve per prima cosa spiegarti cosa devi fare tu per ottenere i risultati che ti promettono.

Se stanno li a dirti solo che andrà tutto bene e che non c’è nulla da temere, inizia a preoccuparti, e soprattutto ricorda di portare sotto le mutande d’acciaio.

Un’azienda seria è quella che ti spiega i PRO e i CONTRO che si nascondono dietro l’inizio della tua nuova avventura.

Un’azienda sana ti mostra i suoi punti deboli ma ti spiega anche come stanno lavorando per risolverli.

Insomma puoi fidarti quando, parlando con i responsabili, riesci a capire che sanno davvero come affrontare i problemi, gli imprevisti e sono strutturati internamente per trasmettere queste stesse competenze anche a te.

Sei abbastanza intelligente per capire che io qui ho tutto l’interesse a sposare la mia causa e dunque non starò a inseguirti. Non voglio essere troppo auto-referenziale ma Rugbytots è un franchising modello sotto tutti questi aspetti.

Il progetto Rugbytots

È realizzato e ottimizzato per porsi come scelta seria e duratura, a patto che, chi decide di proporsi come affiliato, capisca che è necessario impegnarsi a fondo come in qualsiasi altro lavoro.

Non prendiamo in giro le persone dicendo che una volta avviato andrà tutto bene in automatico ma anzi ribadiamo decine e decine di volte, sin dai primi colloqui, che questa attività è come un fiore che va curato con dedizione.

Se l’impegno è quello giusto allora il fiore sboccerà inesorabilmente e il nostro sogno è vedere fiorire tutti i centri che vengono avviati. 

Motivo per cui non solo abbiamo messo su un sistema di formazione a 360° ma facciamo anche una grossa selezione all’entrata, concedendo la possibilità di avere una licenza solo a chi si mostra meritevole e con le giuste potenzialità.

Se cerchi un attività stimolante e ti senti pronto ad impegnarti seriamente, se ti piace l’idea di lavorare con i bambini e se sei cresciuto abbastanza da aver smesso di credere alle favole che ti parlano dei soldini che crescono sugli alberi, allora forse sei la persona giusta per candidarti per avere una licenza tutta tua.

Non devi fare altro che cliccare qui per lasciare i tuoi dati

Riceverai i materiali necessari per farti conoscere più nel dettaglio la realtà di Rugbytots ma questo non significa che avrai la licenza.

Dovrai convincerci che sei la persona giusta…

In bocca al lupo!