Intervista: Cristiano Bienati di Rugbytots Parabiago

Proseguiamo con le interviste ai nostri affiliati Rugbytots facendo qualche domanda a Cristiano Bienati, Direttore Sportivo del Rugby Parabiago.

Ciao Cristiano, eccoci qui sul blog dedicato alla rete in franchising Rugbytots. Nel ringraziarti per la tua collaborazione ci piacerebbe rompere il ghiaccio chiedendoti come siete entrati nella nostra famiglia. 

Cristiano – È stato un nostro allenatore anni fa a trovare tramite una ricerca su Google questa attività per bambini. Io all’epoca seguivo marginalmente il Rugby Parabiago come consigliere. Ne abbiamo parlato internamente, poi con voi e in breve è partito il primo corso.

Cosa ti è passato per la testa la prima volta, quando hai conosciuto Rugbytots?

All’epoca c’era solo un centro a Napoli. Ricordo che, non esistendo ancora una rete di franchisee in Italia, ci eravamo inizialmente posti molte domande su cosa fosse questa nuova attività. Il video promozionale ci ha dato l’entusiasmo iniziale per poterci buttare e vincere tutte i pregiudizi e le paure di non essere in grado di gestire il tutto.

Cosa facevi prima di dedicarti a Rugbytots?

C. Come accennavo, all’epoca ero solo un consigliere del club. Nella vita privata ero responsabile informatico per una azienda nel mondo della vendita di energia.

Perché hai scelto di candidare il vostro club come franchisee?

C. – Come club rugbistico avevamo capito subito che fosse una strada importante per ampliare il nostro raggio d’azione sul territorio, in un’ottica di sviluppo del nostro brand e di ‘recruitment’ di giovani leve.

Inoltre, era chiaro che Rugbytots ci avrebbe permesso di estendere verso il basso la fascia di età dei bambini anticipando il loro ingresso nel mondo dello Sport, quindi ben prima della fascia usuale di inizio dell’attività sportiva.

Oggi infatti Rugbytots fa arrivare alla nostra Under 6 bambini meglio formati dal punto di vista motorio e sociale, permettendoci di poter insegnare poi subito il rugby.

Risultato: all’imminente Trofeo del Galletto 2019 avremo ben 66 bambini nel minirugby, in uscita dai nostri corsi Rugbytots. Per la cronaca, ne abbiamo altri 234 tra 2 e 4 anni, che frequentano Rugbytots già da 1 o 2 anni, quindi le prossime fila Under 6 saranno di gran lunga più popolose. Stiamo vedendo crescere sotto i nostri occhi davvero un grande vivaio.

Com’è cambiata la tua vita da allora?

C. Sicuramente è cambiata, sto facendo quello che mi piace e mi da soddisfazione. Ho visto Rugbytots crescere dal 2013 – quando avevamo solo 20 bambini e 1 corso – agli attuali 300 bambini in 29 corsi. Vedere intere famiglie nella club house e genitori contenti che consigliano agli amici le nostre lezioni è la gratificazione più bella.

Una volta che hai conosciuto come funziona realmente Rugbytots, ha soddisfatto le tue aspettative?

C.Assolutamente si, ovvio che – come in tutte le migliori famiglie – ci sono momenti di discussione e confronto ma oggi non ci immaginiamo un Rugby Parabiago senza Rugbytots.

Qual è il consiglio principale che daresti ad un affiliato che ha appena ottenuto una licenza?

C. Sicuramente gli raccomanderei di essere cosciente che Rugbytots è un lavoro, e come tutti i lavori ti da soddisfazione e risultati se ci si applica e se ci si dedica a tempo pieno. Crearsi una propria strategia, conoscere il territorio, capire quali sono i Comuni su cui vale la pena investire e aprire corsi e quelli dove e’ meglio lavorare in un altro modo magari facendo solo attività promozionale.

Provare, crederci, modellarsi sul proprio territorio e sulla propria realtà.

Quali pensi siano le caratteristiche principali di un franchisee di successo?

C. – Guarda, ti faccio la mia lista personale:

  • Essere imprenditore;
  • Avere la VOGLIA di essere imprenditore;
  • Se all’interno del proprio franchisee sei anche coach devi divertirti con i bambini;
  • Essere puntuali e precisi;
  • Sapere organizzare il proprio tempo.

 

Come vedi il vostro rapporto con Rugbytots da qui a 5 anni?

C. – Ad oggi spero di poter sviluppare tutto il potenziale che ha ancora il territorio a noi assegnatoci in esclusiva da Rugbytots, inserendo persone del nostro franchising al mio fianco per gestire la licenza a livello manageriale, sviluppare nuove location, nuove collaborazioni con asili, feste di compleanno etc.

Direi proprio che il percorso è appena iniziato…

Grazie Cristiano e ancora complimenti per il lavoro tuo e del tuo staff!

C. – Grazie a voi!